Il Comitato dell’Associazione Ticinese Giornalisti Sportivi (ATGS) è lieto di comunicare due importanti novità concernenti i suoi sostenitori.

BancaStato, sponsor principale della nostra Associazione ormai sin dal 2016, ha deciso di rinnovare il suo sostegno anche per i prossimi tre anni e dunque sino al 31 dicembre del 2024. All’istituto bancario cantonale vanno i sentiti ringraziamenti per la fiducia riposta in ATGS.

Nel contempo, ATGS e il gruppo AMAG non hanno trovato un nuovo accordo di collaborazione per i prossimi anni e dunque sarà un nuovo gruppo automobilistico – per la verità due – ad accompagnarci per il prossimo biennio.

Si tratta di Autors SA che ha sede a Bioggio e Giubiasco e di Carpoint, che invece ha la propria sede sia a Giubiasco che a Biasca.

Concessionaria dei marchi FORD e VOLVO, con sede principaleGiubiasco, Carpoint offre un moderno showroom di due piani, dove è possibile scoprire e provare l’intera gamma dei veicoli che rappresenta. La filiale di Biasca è invece specializzata nell’offrire soluzioni FORD per le Tre Valli. Autors SA rappresenta per contro i marchi RENAULT e DACIA, ha la sede principale a Bioggio che viene chiamata AUTORS Village e si trova nella zona industriale. Una “Boutique” espone le novità RENAULT e DACIA si trova per contro a Manno. La filiale storica del Gruppo che da decenni è a disposizione dei clienti del Sopraceneri, si trova per contro nei pressi dello svincolo autostradale di Bellinzona Sud, a Giubiasco. Qui è possibile trovare un’ampia scelta di vetture nuove e d’occasione, mentre per la cura dell’auto è presente un autolavaggio con spazzole antigraffio di ultima generazione. ATGS è lieta di collaborare con Autors SA e Carpoint, ringrazia in particolare il titolare signor Ivano Riverso e in collaborazione con questi due gruppi proporrà interessanti iniziative per i suoi associati.

 

Pronti, via! Lo sport ticinese ha archiviato un anno 2021 tra i più belli di sempre a livello delle prestazioni dei suoi atleti, un anno da incorniciare, ma ora scatta il 2022 e l’Associazione Ticinese Giornalisti Sportivi augura ai propri membri, agli atleti, ai dirigenti e a tutti gli appassionati di sport, 365 giorni ancora più emozionanti e ricchi di “normalità”, salute e serenità!

Fondata il 17 ottobre del 1946 a Lugano, la nostra Associazione raggiunge quest’anno i 75 anni di vita. Il traguardo è stato sottolineato sabato 4 dicembre nell’elegante cornice del Villa Sassa Hotel di Lugano, dove più di una trentina di soci e il comitato al completo si sono dati appuntamento per l’assemblea generale ordinaria diretta dal presidente Tarcisio Bullo, durante la quale abbiamo avuto l’onore di ospitare il neo presidente di Sportpress.ch, l’amico Gerard Bucher.

Evaso celermente l’ordine del giorno, che prevedeva anche di accogliere due nuovi soci (la fotografa Michela Locatelli e il giornalista Ariele Mombelli, ai quali è stato riservato un grande applauso di benvenuto), approvati i conti che chiudono con un utile d’esercizio di poco meno di 6’600 franchi, al termine dei lavori sono stati assegnati i premi Giuseppe Albertini (destinato ad un promettente giovane calciatore) e al Merito Sportivo, riconoscimento che va a persone particolarmente attive e benemerite in campo sportivo.

Quest’anno il premio Giuseppe Albertini è stato attribuito al calciatore del Grasshopper Club Zurigo Giotto Morandi, autore di un’ottima stagione 2020/21, mentre i premi al Merito Sportivo sono andati a Enzo Filippini, grande sportivo e per un ventennio autorevole presidente della Federsci della Svizzera Italiana, oggi Ti-Ski; e a Boris Angelucci, infaticabile animatore e ideatore del gruppo I Camaleonti, che ha quale obiettivo l’inclusione, l’integrazione e la promozione delle pari opportunità per ragazzi e adulti con disabilità.

Nell’anno del suo 75° di fondazione, ATGS ha anche deciso di compiere un gesto concreto a sostegno dello sport ticinese: un assegno di 10’000.- franchi è così stato consegnato a Michele Ghezzi, presidente dell’Associazione Aiuto Sport Ticino che si occupa di sostenere anche economicamente i giovani sportivi ticinesi più promettenti.

Al termine dei lavori, è seguita una bella festa nelle sale del Villa Sassa Hotel, con uno stuzzicante standing lunch destinato a soci e invitati (tra cui gli sponsor: presenti unicamente il sig. Domenico Sartore agente principale della Zurigo Assicurazioni di Lugano e Aristide Cavaliere della Ritter Promotion, che è pure socio onorario di ATGS). Si è brindato, anche grazie al contributo della Città di Lugano che ha voluto sostenere il nostro evento, ai 75 anni di ATGS con il vino spumante appositamente preparato per questo traguardo, con etichetta speciale Cuvée ATGS del 75°, offerto in un’elegante confezione di legno a tutti i partecipanti ad una manifestazione gioiosa e pienamente riuscita.

Lo spumante brut di ATGS è destinato a tutti i membri dell’Associazione, anche a quelli – purtroppo la maggioranza – che non hanno partecipato al simpatico momento di Villa Sassa. Istruzioni sulle modalità del ritiro della confezione di bottiglie seguono via mail a tutti soci.

 

 

Classe 1939, il collega Gian Paolo Lavelli da anni è conosciuto per la sua pregevole produzione letteraria, sfociata nella pubblicazione di numerosi libri di poesie in dialetto ticinese, o forse per meglio dire, bellinzonese.
La sua prima opera risale al 1990 e s’intitolava Lüsiröö (Lucciole). Da poco è arrivato in libreria, a cura di Fontanaedizioni, l’ultima pubblicazione di Gian Paolo, una raccolta di poesie che s’intitola Luci e Ombre (Lüs e umbri). Lui la definisce “una raccolta d’ispirazioni che riflettono lo spirito, i caratteri, le tendenze, i gusti dei nostri tempi e si conformano in un’innovativa stagione poetica vernacolare sviluppata nella postpandemica attuale, tra il 2020 e il 2021”.
In copertina campeggia una foto di Massimo Pacciorini-Job che ritrae i fioi secchi del cardo selvatico.

Vincitore del Trofeo ATGS – Ritter Promotion (già Trofeo Giornale del Popolo) nella stagione 2019/20, l’attaccante biancoblù Matt D’Agostini ha dovuto attendere quasi un anno per vedersi consegnare il premio meritatamente vinto al termine di una stagione brillante, durante la quale ha messo a referto 20 reti e 22 passaggi decisivi, risultando il nono marcatore assoluto di NL e sesto in termini di segnature.

Complice la pandemia che ha costretto a disputare tutta la passata stagione a porte chiuse e l’infortunio che ha tenuto lontano dal ghiaccio per quasi un anno l’attaccante canadese dell’Ambrì Piotta, la premiazione di D’Agostini è stata continuamente rinviata e ha potuto tenersi solo sabato scorso, 20 novembre, sul ghiaccio della Gottardo Arena, dove il presidente dell’ATGS Tarcisio Bullo e il nostro socio onorario nonché sponsor del Trofeo Aristide Cavaliere, hanno consegnato al giocatore, accompagnato da suo figlio, il trofeo e un magnifico orologio, oltre che uno splendido mazzo di fiori. Sul ghiaccio anche Daniele e Manuele Celio, in rappresentanza del settore giovanile dell’Ambrì, i quali hanno ricevuto dalle mani del collega Aristide un assegno del valore di 1’000.- franchi da destinarsi alla formazione dei giovani.

 

Il presidente dell’Associazione Aiuto Sport Ticino Michele Ghezzi con Noé Ponti, miglior sportivo ticinese dell’anno.

Lunedì 8 novembre si è tenuta la cerimonia di premiazione del concorso “Migliori Sportivi Ticinesi dell’anno”. A vincere il prestigioso riconoscimento per l’edizione 2021 è stato Noè Ponti, medaglia olimpica di nuoto. Al secondo posto, con un minimo distacco, si è classificata la velocista e vincitrice dell’edizione 2020 Ajla Del Ponte. Sull’ultimo gradino del podio un altro protagonista dei Giochi di Tokyo: Filippo Colombo. Nella categoria delle giovani speranze ad avere la meglio su tutti è stata la promessa dell’atletica Emma Piffaretti. Nel corso della serata sono pure stati attribuiti 3 riconoscimenti: premio etico, sport e disabilità e squadra ticinese dell’anno, quest’ultimo patrocinato come sempre dalla nostra Associazione. La cerimonia si è svolta alla LUX art house di Massagno ed è stata trasmessa in diretta sul canale streaming di RSI e in differita su RSI LA2.

Noè il migliore di tutti, tra i giovani vince Emma Piffaretti

Mai come quest’anno il livello dei 10 finalisti élite è stato così elevato: in gara 10 illustri nomi che nel 2021 hanno ottenuto medaglie e risultati internazionali di spicco. La lotta per il primo posto è stata molto serrata tra due talenti di altissimo livello: da una parte Noè Ponti (una strepitosa partecipazione ai Giochi Olimpici con record nazionali e soprattutto una storica medaglia di bronzo che non giungeva in Ticino dal 1984) e dall’altra Ajla Del Ponte (una stagione stellare con titolo europeo, due finali olimpiche e piazzamenti in Diamond League). Alla fine ad avere la meglio sulla base del verdetto finale del pubblico e della giuria neutrale è stato proprio il nuotatore, che dopo aver vinto le ultime tre edizioni (2018/2019/2020) del concorso nella categoria delle giovani speranze, entra ora a fare parte del palmares dei Migliori Sportivi Ticinesi assoluti dell’anno.
Per quanto riguarda la categoria delle giovani speranze è stata vinta dalla detentrice del record nazionale giovanile di salto in lungo Emma Piffaretti, seguita dalle promesse Massimiliano Gusmini (2., sci alpino) e Sara Franzi (3., pattinaggio artistico).

Premiati anche Simona Gennari, Fondazione Madonna di Re e Hockey Club Ladies Lugano

Nel corso della serata sono stati pure assegnati tre riconoscimenti. Si tratta del “Premio etico”, patrocinato da Panathlon Club Lugano e attribuito a Simone Gennari per il costante lavoro d’integrazione a livello etico e sportivo; del riconoscimento “Sport e Disabilità”, patrocinato da Inclusione andicap T

icino e attribuito agli utenti del centro diurno della Fondazione Madonna di Re e il premio “Squadra Ticinese dell’anno”, patrocinato dall’Associazione Ticinese Giornalisti Sportivi e assegnato all’Hockey Club Ladies Lugano che l’anno scorso ha portato in Ticino per l’ottava volta il titolo nazionale assoluto.

Una serata di sport a 360 gradi

Alla serata, trasmessa in diretta sul canale streaming di RSI e, per la prima volta, anche in differita su RSI LA2 hanno partecipato gli sportivi in gara, allenatori e dirigenti sportivi e personalità del mondo sportivo. La serata è stata organizzata dal presenting partner RSI Sport ed è stata condotta da Valentina Bonfanti-Formenti e da Nicolò Casolini.

Organizzatori e partner

Il concorso Migliori Sportivi Ticinesi dell’anno è stato organizzato da associazione Aiuto Sport Ticino in collaborazione col presenting partner RSI Sport e col sostegno di AIL, BancaStato e la partecipazione alla serata di Associazione Ticinese Giornalisti Sportivi, Panathlon club Lugano e Integrazione andicap Ticino.

CLASSIFICA FINALE CONCORSO “MIGLIORI SPORTIVI TICINESI 2021”

Categoria élite

1. Noè Ponti – nuoto

2. Ajla Del Ponte – atletica

3. Filippo Colombo – mountain bike

4. Michael Fora – hockey su ghiaccio

5. Susan Bandecchi – tennis

6. Mario Gavranovic – calcio

7. Sasha Caterina – triathlon

8. Elena Roos – corsa d’orientamento

9. Luca Fazzini – hockey su ghiaccio

10. Mattia Bottani – calcio

25 sportivi in gara

Categoria giovani speranze

1. Emma Piffaretti – atletica

2. Massimiliano Gusmini – sci alpino

3. Sara Franzi – pattinaggio artistico

4. Giulia Alberti – mountain bike

5. Alessia Pagnamenta – ginnastica artistica

6. Kim Bächtold – nuoto sincronizzato

7. Linda Zanetti – mountain bike

8. Steven Pelliciolli – judo

9. Ian D’Iorio – nuoto

10. Nicolas Muci – calcio

24 sportivi in gara

 

Dettagli e foto su www.aiutosport.ch

Il prossimo 4 dicembre alle ore 10.30, nell’elegante cornice del Villa Sassa Hotel a Lugano, ci troveremo finalmente di nuovo in presenza per l’Assemblea generale ordinaria del 2021. Ordine del giorno e documentazione seguiranno in un secondo tempo.

L’occasione sarà propizia anche per celebrare, in maniera sobria, il 75° di fondazione della nostra Associazione, che cade proprio quest’anno.

Torneranno anche i premi che annualmente ATGS assegna: il premio Giuseppe Albertini destinato ad un giovane calciatore che si è messo particolarmente in evidenza, e al “Merito sportivo”, riconoscimento che premia chi si è distinto nell’ambito sportivo per lo più a titolo onorifico.

Al termine dei lavori tutti i partecipanti, che dovranno essere provvisti del certificato COVID, sono invitati a partecipare ad un ricco standing lunch.

 

 

Gerard Bucher (Sezione Vaud) è stato eletto presidente di Sportpress.ch dall’assemblea dei delegati svoltasi a Lenzburg il 2 novembre e rinviata al 2021 a causa della pandemia. Alla testa dell’associazione dei giornalisti sportivi svizzeri succede a Janine Geigele, rimasta in carica per sette anni. Rappresentante della Romandia in seno al comitato centrale, attivo come giornalista free lance, Bucher dal 2014 rivestiva la carica di vicepresidente.

“Gerard è un giornalista valido, esperto, in grado di esprimersi in più lingue e molto ben inserito nella realtà del giornalismo sportivo. Sono lieta di poterlo presentare come mio successore“, ha dichiarato la presidente uscente Janine Geigele. Con Bucher, il comitato sarà composto dai neoeletti Vedran Galijas (Zurigo), Alexander Schaer (Argovia) e Sandro Mühlebach (Berna), nonché dai confermati Patricia Loher (Svizzera Orientale) e Marzio Mellini (Ticino).
I nuovi membri sostituiscono Peter Birrer (politica dello sport, Svizzera Centrale) e Stefan Baumgartner (comunicazione/sito web, Zurigo), i quali dopo sette anni non si sono ricandidati. Pius Rüegger (Soletta) lascia il comitato per raggiunti limiti di mandato dopo 17 anni di servizio, prima come membro poi come successore di Walter Salzgeber (Vallese) in veste di responsabile delle finanze.
Il segretariato dell’associazione resta di competenza di Muriel Fiechter Oberholzer (Argovia), Thomas von Grünigen (Zurigo) continua ad occuparsi del corso di base. La revisione dei conti spetta alla Sezione Berna che ha rilevato l’incarico dai colleghi della Svizzera Orientale.
“In questi sette anni – ha spiegato Janine Geigele – ci siamo fatti promotori di diverse iniziative. Il comitato ha sempre avuto degli obiettivi e una visione precisa che si sono tradotti in riscontri concreti e di successo. Al tradizionale corso di base per giornalisti sportivi che viene organizzato in tre lingue (tedesco, francese e italiano) sono stati aggiunti la giornata tematica e i giorni di formazione continua che hanno beneficiato di un’ampia risonanza mediatica. Inoltre, la situazione finanziaria è solida, malgrado la crisi legata al coronavirus e grazie all’acquisizione di nuovi sponsor.

In qualità di delegati per ATGS hanno preso parte all’assemblea, oltre a Marzio Mellini, membro del comitato centrale, il presidente sezionale Tarcisio Bullo e Ugo Morselli, ex-membro del comitato di Sportpress.ch. Per i delegati della nostra Associazione vi è stata la piacevole sorpresa di ricevere un assegno di 750.– franchi da parte del comitato centrale quale omaggio per i 75 anni di ATGS che cadono proprio quest’anno e che saranno sottolineati in Ticino nel corso di una cerimonia che si terrà ad inizio del mese di dicembre.

Stiamo vivendo grandi giornate olimpiche, gli aggettivi si sprecano, le emozioni si accavallano e ci sommergono. Abbiamo seguito con grande partecipazione e attenzione la splendida finale dei 100 metri delfino con Noè Ponti a guadagnarsi una splendida medaglia di bronzo, 21 anni dopo l’ultimo podio ticinesi ai Giochi estivi (del tiratore Michel Ansermet, a Sydney) e 101 anni quasi giusti dopo la prima medaglia conquistata da un atleta del nostro Cantone alle Olimpiadi (il tiratore Domenico Giambonini ad Anversa, il 3 agosto 1920).

Complimenti vivissimi a Noè Ponti per questo grande exploit e per la disinvoltura con la quale ha saputo affrontare il successo, un ragazzo di una simpatica incredibile e di una spontaneità disarmante.

Ma tutti i rappresentanti ticinesi meritano un grande complimento per i risultati raggiunti e già solo per il fatto di esserci a Tokyo. Se pensiamo a quanto vale il 5° posto di Ajla Del Ponte nella finale dei 100 metri di atletica, ci vengono i brividi, mentre in prospettiva sappiamo che il 12° posto di Filippo Colombo nella MTB è un risultato eccellente che aprirà la strada del successo all’atleta del VC Tamaro.

Mentre seguiremo con grande attenzione Ricky Petrucciani nella sua cavalcata sui 400 metri (il locarnese si è qualificato per la semifinale), indirizziamo un grande bravo anche a Michele Niggeler, lo spadista ticinese che si è dovuto arrendere nel primo turno della gara individuale allo statunitense Yeisser Ramirez e nel torneo a squadre non ha potuto festeggiare come era lecito attendersi per il passo falso della Svizzera. Ma per Michele era la prima Olimpiade, il talento c’è, il futuro gli porterà molte soddisfazioni.

In chiave ticinese, questa è davvero un’Olimpiade da sogno. E non è ancora finita…

 

A causa della situazione sanitaria che perdura dal 2020 e ha impedito alla nostra Associazione di tenere l’assemblea dello scorso anno in presenza, il Premio al merito sportivo regolarmente assegnato da ATGS non ha avuto un vincitore per l’anno 2019.
Se le condizioni lo permetteranno, nel corso dell’autunno terremo però regolarmente l’assemblea 2021 e la questione Premio al merito sportivo torna di attualità.

Invitiamo pertanto tutti i nostri soci, ma anche le persone attive nell’ambito dello sport cantonale, a segnalarci dei nominativi meritevoli di questo premio, che vuol sottolineare i meriti di chi disinteressatamente si occupa di sport in Ticino.

Eventuali candidature dovranno pervenire al comitato entro il prossimo 31 agosto.