Prevenzione e buon senso nello svolgimento di un’attività fisica senza eccessi, sono l’élisir di lunga vita. Così si può riassumere l’interessante conferenza, tenutasi mercoledì 3 dicembre presso la sede del Club Canottieri Lugano, promossa dalla nostra Associazione, moderata da Antonio Bolzani e che ha visto la presenza in qualità di relatori i dottori Bruno Capelli, specialista FMH in medicina sportiva e capo-clinica al Cardiocentro di Lugano e Tiziano Cassina, presidente della Commissione tecnica del Club Canottieri Lugano e primario di anestesia e cure intensive al Cardiocentro.

Il Dott. Capelli, con l’ausilio di grafici e fotografie,  si è soffermato in particolare sui rischi insiti in una pratica sportiva svolta ad alto livello che necessita di una maggiore attenzione considerato il fatto che, soprattutto ai giorni nostri, la competizione ha raggiunto punti critici assai elevati. Sollecitato dalle domande del moderato il Dott. Cassina ha portato a conoscenza che la legislazione svizzera non obbliga lo sportivo a sottostare ad esami preventivi prima di iniziare un’attività fisica a livello competitivo. Cassina ha sottolineato la poca sensibilità dei nostri politici in questo contesto. “In fondo – ha affermato il Dott. Cassina – con una visita di accertamento che comporta modica spesa di poco più di un centinaio di franchi (supportati dalla Cassa malati) si potrebbero evitare brutte sorprese, a volte anche tragiche.

I due relatori hanno poi risposto alle interessanti domande formulati dai presenti. La serata si è conclusa con un ricco aperitivo offerto dalla nostra Associazione.