Cari amici,

nell’imminenza della Pasqua e nel pieno di questa grave crisi che ha chiesto ad ognuno di noi di rivedere le proprie priorità, vogliamo esprimere a tutti voi e ai vostri famigliari la nostra vicinanza, un pensiero di solidarietà e l’augurio che possiate trascorrere la festa, nonostante i problemi, con un po’ di serenità.
Vorremmo sapervi tutti in buona salute, al pari dei vostri cari, e vi esortiamo ad avere pazienza, forza d’animo e capacità di resilienza per poter superare questo difficile momento.
Molti di noi sono costretti a lavorare a tempo ridotto, con un carico di incertezze per il dopo-emergenza che aggrava una situazione professionale già precaria, soprattutto per chi affronta il mestiere da freelance, ma in generale per tutti coloro che operano nel settore dei media.
Lo sport, come la maggior parte delle attività, è fermo, il che priva la nostra categoria del piacere di comunicare col pubblico, di trasmettere quelle emozioni che siamo abituati a veicolare ai nostri lettori, ascoltatori o spettatori. Molti di noi in questo frangente sono stati chiamati ad occuparsi e a riferire di altri eventi: dobbiamo accettarlo di buon grado, interpretando le nuove funzioni temporanee come una sfida per dimostrare il nostro valore.
Siamo giornalisti sportivi, ma soprattutto giornalisti e in quanto tali sappiamo farci valere in ogni ambito.
Vogliamo assicurarvi che qualora fosse necessario, la nostra Associazione è pronta a fare la sua parte in relazione alle difficoltà del momento, nelle modalità che dovranno essere stabilite nei giusti ambiti di competenza.
Qualora sapeste che qualcuno dei nostri membri sta vivendo gravi difficoltà, o se voi stessi aveste dei problemi che come Associazione potremmo eventualmente aiutarvi a risolvere, fatevi avanti che valuteremo insieme il da farsi, siamo pronti ad ascoltarvi e se fosse il caso a consigliarvi o indirizzarvi verso qualcuno in grado di farlo.
Se vi viene voglia di scrivere qualche riflessione sul mondo dello sport confrontato con questa tragica pandemia che l’ha reso fragile come non mai, saremo lieti di ospitare i vostri contributi e di pubblicarli sul nostro sito, condividendoli tra di noi (info@atgs.ch).
Noi ci siamo: attenti, preoccupati e come tutti voi desiderosi di lasciarci alle spalle questo brutto momento per riabbracciare il nostro sport preferito e tornare a raccontare agli sportivi le emozioni che nascono nel corso della competizione.

Un grande abbraccio a tutti voi.

Il comitato ATGS